in

Homscam QCY T3

Le Homscam T3 sono auricolari bluetooth dal design accattivante, accoppiamento con lo smartphone pressoché immediato e lunga autonomia. Peccato per una qualità del suono che potrebbe essere migliorata e una stabilità non sempre ottimale. Leggi pro e contro delle cuffie, la mia recensione e le migliori offerte.

Recensione cuffie Homscam QCY T3

Pro

  • Design moderno e ricercato
  • Custodia poco ingombrante
  • Lunga autonomia
  • Semplice pairing con lo smartphone
  • Interfacciamento diretto con Google e Siri

Contro

  • Qualità audio non eccelsa
  • Controlli touch troppo sensibili

La mia opinione sulle Homscam QCY T3

Il mercato degli auricolari bluetooth è ormai inflazionato, soprattutto nella fascia medio bassa dove c’è solo l’imbarazzo della scelta. In questa recensione ho deciso di provare le cuffie wireless in ear dell’azienda cinese Homscam ed in particolare il modello QCY T3. Si tratta di un prodotto che si può ritenere non proprio entry level ma, senza dubbio, molto economico.

Quali sono le caratteristiche tecniche più importanti per un auricolare bluetooth? Personalmente mi soffermo sulla comodità e stabilità, resa audio in entrata e uscita per poi analizzare la praticità dei comandi. Di tali particolari mi occuperò fra poco, prima ho deciso di spendere qualche parola sull’aspetto estetico e la qualità dei materiali.

Il prodotto arriva in una scatola di cartone molto spartana, del resto visto il prezzo non mi aspettavo nulla di diverso. All’interno ho trovato la custodia che funge da base di ricarica con gli auricolari già inseriti, il cavetto USB, quattro coppie di gommini di diverse misure e un foglietto con le istruzioni anche in italiano. Il primo impatto è stato senza dubbio molto positivo e ho apprezzato, in special modo, la buona qualità dei materiali plastici, la ricercatezza del design e le dimensioni compatte della custodia.

Recensione cuffie Homscam QCY T3

Gli auricolari offrono un look decisamente moderno con forma allungata e una finitura nero lucido alquanto elegante. Dal punto di vista estetico è un prodotto che promuovo, così come la robustezza dei materiali che danno la sensazione di non essere difronte ai classici auricolari usa e getta, ma bensì destinati a durare nel tempo.

Connessione con il telefono

Il pairing con lo smartphone è quanto mai semplice ed immediato. Le cuffie appena rimosse dalla custodia si connettono tra loro, mentre al primo utilizzo basta selezionarle dalla lista dei dispositivi Bluetooth del proprio telefono e il gioco è fatto; successivamente, ogni volta che si estraggono, si collegano in automatico e si spengono quando riposte nella custodia.

Questo modello è dotato di Bluetooth 5.0, il che dovrebbe assicurare una certa stabilità del segnale. Tuttavia, non è raro perdere la connessione tra gli auricolari ma anche con il telefono. Un problema che può essere risolto resettando il dispositivo alle impostazioni di fabbrica seguendo la procedura indicata dal costruttore.

Recensione cuffie Homscam QCY T3

Stabilità e resa audio

Comodità e resa audio sono aspetti che mi hanno convinto solo in parte. Il comfort è tutto sommato soddisfacente ma la stabilità lascia più di qualche dubbio. Li ho indossati stando seduto davanti al Pc e mettendomi alla guida in macchina senza particolari problemi, ma già solo camminando per strada ho dovuto più volte fissarli nelle orecchie. Di conseguenza immagino che praticando corsa o altri sport i risultati siano tutt’altro che positivi.

Peccato perché si tratta di un modello con grado di protezione IPX 5, quindi in grado di offrire una buona resistenza a sudore e schizzi d’acqua. La qualità audio non mi ha impressionato, con alte frequenze sufficientemente nitide ma bassi poco profondi. Ciò che si ottiene è un suono piuttosto piatto e poco adatto per chi prevede un utilizzo per il solo ascolto di musica.

Chiamata telefonica

Molto meglio la qualità durante le chiamate telefoniche, con possibilità di sfruttare la funzione mono utilizzando un solo auricolare.

Recensione cuffie Homscam QCY T3

L’interlocutore mi ha confermato di ricevere la voce in modo pulito e chiaro. I comandi touch hanno una sensibilità un po’ troppo accentuata, il che comporta poca precisione durante la gestione delle funzioni, soprattutto avanzamento brani e regolazione volume.

Autonomia

Passando al discorso autonomia, non posso che costatare le buone prestazioni. Le 5-6 ore indicate dal costruttore per riproduzione musica o conversazione sono un valore attendibile, ma sempre tenendo presente che può variare in base al volume d’ascolto. Nelle condizioni più gravose si raggiungono le 3 ore senza alcuna difficoltà, mentre la ricarica completa richiede circa un’ora.

Recensione cuffie Homscam QCY T3

Sono da comprare o no?

Chi è alla ricerca di un modello da utilizzare per attività sportive molto dinamiche potrebbe trovare di meglio (vedi Apple Airpods a 139 euro).

Sono ottime da portare sempre con se per telefonare, per ascoltare musica in momenti di relax o per andare a fare walking. I veri punti forti di questo modello sono un prezzo stracciato rispetto al prodotto, la qualità costruttiva, la durata delle batterie e il design.

In conclusione cosa fare? Sono sa comprare o no?

Io consiglio di testarle per 2 settimane e poi decidere se tenerle o restituirle ad Amazon (come ho fatto io per il modello T5 che non mi ha soddisfatto).

L’opinione di Daniele Pintus

 

Migliori cuffie wireless

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto del 50% sul prezzo degli elettrodomestici utilizza la nostra APP (per smartphone Android)

Scarica da Google Play