Come scegliere un pavimento in PVC per interni

di

I pavimenti in PVC presentano innumerevoli vantaggi, sia dal punto di vista economico che qualitativo. Adesivi e antistatici, sono facili da pulire; non si graffiano, non si scheggiano, sono leggeri, economici, duraturi nel tempo e spesso possono essere applicati anche in bagno. Leggi la guida all’acquisto per conoscerne caratteristiche, tipologie, e consigli su come scegliere le migliori pavimentazioni in PVC per interni per qualità, marche, prezzo e opinioni.

Il PVC o cloruro di polivinile è un materiale termoplastico di grande versatilità di utilizzo. Ricavato da materie prime naturali, trova largo impiego in numerosissime applicazioni industriali e nel mondo dell’edilizia, per la produzione di pavimenti; esso viene realizzato tramite l’unione del polimero cloruro di vinile con alcune sostanze plastiche.

pavimento pvc flottanteSi tratta di un materiale molto diffuso nel campo dell’architettura. Esso fa parte di quei materiali definiti ecologici, perché contribuiscono al benessere dell’uomo nella propria casa, rispettando allo stesso tempo l’ambiente.

È un prodotto elastico, resistente all’acqua e all’usura, all’attacco di funghi e batteri e garantisce un perfetto isolamento acustico; inoltre, è piuttosto leggero, difficilmente infiammabile ed auto-estinguente.

La scelta dei pavimenti per interni è piuttosto importante, nell’ambito della ristrutturazione di una casa; essi sono soggetti ad un continuo calpestio, per cui essi devono rispondere a determinate caratteristiche ed esigenze particolari.

pavimento pvc effetto legnoQuesto tipo di superficie deve garantire contemporaneamente bellezza e funzionalità, quali resistenza, stabilità, impermeabilità, perfezione di superficie, facilità d’uso e di manutenzione.

La materia prima, con il quale essi sono prodotti, è caratterizzata da una superficie particolarmente asciutta, in quanto non presenta alcuna porosità; inoltre, è perfettamente liscia e satinata capace di assorbire un minore sporco.

Come scegliere

Sono diversi gli aspetti da considerare quando si sceglie questo tipo di pavimentazione: lavorabilità, facilità di pulizia, manutenzione, resistenza ed economicità del ciclo produttivo. In commercio è possibile trovare diversi tipi di lamine da distinguere in base alla loro composizione.

pavimento pvc adesivoQuelle omogenee, oltre alla materia prima (pvc), contengono vari pigmenti colorati che hanno il compito di simulare le diverse tipologie di superficie (parquet, marmo, mosaico ecc.); vengono rese impermeabili e resistenti con un processo di plastificazione e sono disponibili sia in versione rigida che semi rigida.

Un’altra versione è quella a pianelle eterogenee, con struttura stratificata e composita divisa in tre diversi strati che hanno il compito di proteggerle dall’usura, di creare l’isolamento acustico e di ripartire in modo omogeneo i carichi. Le piastrelle autobloccanti, invece, sono la soluzione ideale per effettuare una posa a secco in soli pochi passaggi tramite appositi ganci.

Infine, le adesive da posizionare tramite uno strato di colla o autoadesive con il collante già incorporato sulla sua superficie inferiore. La forma di queste ultime è, solitamente, squadrata e regolare una caratteristica fondamentale che consente di facilitarne la posa. Il materiale, inoltre, è piuttosto flessibile e piuttosto facile da tagliare per mezzo di un cutter.

pavimento pvc clickPer la scelta di tale prodotto è necessario considerare anche la resa estetica e le caratteristiche tecniche principali. In commercio sono disponibili diverse lastre di pavimentazione in pvc di varie colorazioni e con effetti molto simili a quelli reali.

Tra i più diffusi vi è il simil parquet, da utilizzare nelle sale da pranzo, camere da letto o camerette; esse sono la soluzione ideale per chi ama l’estetica di una pavimentazione in legno, senza dover spendere molto in manutenzione e costi del parquet vero. Quelle realizzate in simil ceramica sono adatte per il rivestimento del bagno e della cucina perché risultano molto resistenti ai prodotti aggressivi; infine l’effetto moquette, molto flessibile e piacevole al tatto e quello del gres porcellanato, disponibile in una grande varietà di finiture ed effetti.

Alcuni nuove varietà di soluzioni in pvc sono talmente lucide e brillanti da imitare la bellezza del marmo, con la caratteristica fondamentale della proprietà antiscivolo. Dal punto di vista della posa, questo tipo di pavimenti può essere facilmente posto in sovrapposizione alle superfici preesistenti, anche in presenza di sottofondi non perfettamente pianeggianti. Grazie al loro spessore piuttosto contenuto di circa 2mm, non è necessario ricorrere ad alcuna demolizione, ma possono essere incollati oppure semplicemente poggiati sul suolo precedente.

Prezzo

Per evitare di commettere errori con le relative conseguenze da pagare, è importante rivolgersi sempre a venditori specializzati dall’esperienza comprovata nel settore, prima di acquistare un simile prodotto. Questo tipo di materiale può essere facilmente reperito in tutti i negozi specializzati nel fai da te oppure direttamente sul web.

pavimento pvc bagnoI prezzi possono variare in base ad alcune caratteristiche specifiche: spessore, potere fonoassorbente, design e al tipo di rivestimento che può essere in rotoli o a quadrotti (che generalmente ha un costo più elevato). Inoltre, più sono alti sia il potere assorbente acustico che lo spessore, maggiore sarà il costo da affrontare per la pavimentazione. Generalmente i prezzi di questi prodotti, comunque, non raggiungono mai cifre spropositate, grazie alla grande economicità della materia prima.

Un esempio da valutare ci viene dato dalle piastrelle autoadesive, con uno spessore di circa 1,2 millimetri e con un formato di 30×30; esse hanno un costo approssimativo di circa 13-15 euro per metro quadrato, mentre le piastrelle stratificate effetto parquet, con uno spessore di circa 2 millimetri, hanno un costo medio di 20 euro al metro quadrato. Il prezzo sale a circa 30 euro, invece, per quelle autobloccanti di circa 3,5 millimetri e con una grandezza di 50×50.

Se invece si prende in esame un rivestimento in rotoli di circa 20-30 ml con uno spessore medio di 2,5-3 millimetri e con un’altezza pari a 200-400 centimetri, il prezzo può oscillare dagli 8 euro al metro quadrato (per un prodotto ordinario) ai 16- 18 euro per un articolo di grande design con elevate caratteristiche fonoassorbenti.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.