in

Recensione Philips Hr1889/70

Recensione della estrattore di succo a freddo Philips hr1889/70, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Recensione Philips Hr1889/70

Pro

  • Design moderno
  • Dimensioni compatte
  • Ampia bocca di ingresso
  • Materiali plastici di buona qualità

Contro

  • Velocità della coclea superiore alla media
  • Impossibile preparare sorbetti
  • Non si possono posizionare bicchieri alti per la raccolta del succo

Philips hr1889/70 è un estrattore di succo caratterizzato da un design moderno ed ergonomico progettato allo scopo di ridurre il più possibile gli ingombri. A differenza della maggior parte dei prodotti concorrenti, in questo caso le bocche di uscita per succo e scarti sono allineate così da limitare la larghezza a soli 14 centimetri.

Altra particolarità riguarda l’apertura per inserire gli alimenti che, anziché perfettamente verticale, risulta inclinata. La diretta conseguenza è un’altezza massima di appena 37 centimetri, consentendo di risparmiare circa 5 / 6 centimetri di spazio rispetto al solito. Devo sottolineare anche il diametro di 70 millimetri dell’apertura, il che permette di inserire frutta e verdura senza necessità di tagliarla in piccoli pezzi.

La macchina ha un peso pressapoco di 4,5 chilogrammi, rimane ben stabile una volta appoggiata sul piano di lavoro e presenta una struttura completamente in plastica (le parti a contatto con gli alimenti sono BPA free). Da un’attenta analisi dei vari componenti non ho notato alcun punto critico o delicato, anzi i materiali offrono la sensazione di grande solidità.

Il funzionamento prevede i soli tasti di accensione e inversione del senso di rotazione. Gli alimenti vengono pressati tramite il pestello e dopo pochi secondi vediamo scendere il succo nel contenitore trasparente da 1 litro, mentre gli scarti finiscono nel recipiente nero da 0,75 litri.

Il motore elettrico ha una potenza di 150 watt e permette alla coclea di ruotare a 100 giri al minuto. Si tratta di una velocità decisamente superiore ai 50 giri al minuto che contraddistingue un buon estrattore di succo a freddo. Tale differenza da una parte offre il vantaggio di ridurre i tempi dell’estrazione, ma dall’altra aumenta la temperatura e causa un maggior deterioramento di vitamine e principi nutritivi.

Secondo la mia opinione, tra i punti di forza possiamo annoverare la facilità di pulizia. In circa un minuto riesco a smontare i componenti removibili per un rapido lavaggio sotto un getto d’acqua.

Quasi tutte le parti si possono inserire anche in lavastoviglie, ciò nonostante è sempre preferibile operare manualmente per rimuovere con cura ogni residuo. Il componente che richiede più tempo è il setaccio, da cui dobbiamo eliminare i pezzetti di polpa rimasti incastrati. Tuttavia l’operazione è facilitata dalla superficie metallica del filtro molto liscia.

In conclusione, Philips hr1889/70 lo considero un estrattore di succo affidabile e costruito per durare nel tempo. Un apparecchio adatto, soprattutto, a chi dispone di poco spazio in cucina. Possiamo beneficiare di un limitato ingombro non dovendo appoggiare i recipienti ai lati.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, evidenzio l’elevata velocità di rotazione della coclea, l’impossibilità di posizionare sotto il beccuccio del succo bicchieri alti diversi dal contenitore in dotazione e la mancanza dell’accessorio per sorbetti.

Migliori estrattori di succo

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.