in

Recensione Ultenic H8

Recensione dell’umidificatore Ultenic H8, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Ultenic H8

Pro

  • Design moderno
  • Dimensioni compatte se rapportate all’elevata capienza del serbatoio
  • Umidifica sia con aria calda che fredda
  • Sistema di sterilizzazione integrato
  • Possibilità di gestione tramite app
  • Compatibile con Amazon Alexa e Google Home

Contro

  • App non sempre intuitiva

Ultenic H8 è un umidificatore in grado di unire un aspetto estetico ricercato con un’adeguata praticità d’uso. Elegante la finitura in acciaio inox e la forma del piedistallo che solleva da terra l’apparecchio e nel contempo assicura una buona stabilità.

Le dimensioni le considero compatte se rapportate con la capacità del serbatoio pari a 4,3 litri. Il contenitore dell’acqua lo estraggo dall’alto con estrema facilità, ma volendo posso riempire la tanica lasciandola inserita nel suo alloggiamento.

L’apparecchio nebulizza l’acqua producendo una nebbia impalpabile che si disperde nell’ambiente incrementando la percentuale di umidità. A tal proposito devo evidenziare l’efficace sistema di diffusione con ugello rotante regolabile che mi permette di direzionare come desiderio il flusso.

Inoltre posso selezionare tre livelli di emissione, potendo anche scegliere tra una nebulizzazione calda che comunque non altera la temperatura del locale oppure fredda per mantenere la corretta idratazione della pelle e lenire la gola secca nei periodi più torridi.

Ogni funzione è gestibile con tre modalità ossia tramite il moderno touch screen, con telecomando oppure sfruttando la connessione Wi-Fi (solo reti a 2,4 Ghz) e l’app da scaricare sullo smartphone (disponibile sia per telefoni Android che iOs).

L’utilizzo è decisamente intuitivo e non presenta nulla di complicato; devo solo riempire il serbatoio, se lo desidero aggiungere olio essenziale grazie all’apposito vano così da profumare l’ambiente e selezionare la modalità più adatta alle mie necessità. Sul pannello luminoso trovo le chiare indicazioni del grado di umidità relativa, la temperatura del locale nonché una serie di icone per attivare le funzioni disponibili.

Posso decidere di lasciar funzionare il dispositivo in modalità umidità costante, vale a dire regolazione automatica del livello di nebbia per raggiungere il valore impostato. Come detto ho la possibilità di scegliere tre livelli di emissione e anche programmare l’avvio tramite il timer.

Altre caratteristiche interessanti sono la modalità bambino che mantiene l’umidità relativa al 55% con nebbia calda e funzione di sterilizzazione attiva, spegnimento automatico a serbatoio vuoto, illuminazione notturna in tre colori disattivatile in caso di fastidio, modalità silenziosa che spegne ogni luce e riduce la rumorosità a 30 dB e compatibilità con gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Home.

Nel corso del test ho potuto apprezzare la completezza di funzioni di questo Ultenic H8, nonché la complessiva buona qualità costruttiva e l’efficacia nel portare il grado di umidità al valore desiderato. Considerando l’abbondante capacità del serbatoio e una massima emissione di nebbia pari a 350 millilitri l’ora, è un dispositivo in grado di coprire aree fino a 50 metri cubi.

Un apparecchio che sarà apprezzato anche da chi soffre di allergie respiratorie vista la presenza di un filtro ceramico per purificare l’aria e la specifica modalità di sterilizzazione per umidificare e nel contempo rendere l’ambiente più salubre. Gli unici limiti riscontrati sono qualche difficoltà nel collegamento con la rete Wi-Fi e un’app che, seppur piuttosto completa, non offre un’interfaccia grafica tra le più intuitive e pratiche.

Migliori umidificatori

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia, dal 2005 ho recensito oltre 3000 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo.